Stacks Image p4737_n905
Stacks Image 4739
Stacks Image 4741

Paul (Anspach) e Jack (Hobday), due laureati londinesi, fondano il birrificio Anspach & Hobday nel 2013. Appassionati homebrewers, dedidono dopo alcune ricette di successo di mettere in business la loro passione birraria. Aiutati dalle proprie famiglia, ispirati da ormai famosi nuovi mentori della craft beer londinese, aprono la loro birreria e tap-room sotto un arco della metropolitana nel quartiere di Bermondsey, Londra. A due passi dallo Shard e dal Tower Bridge, nel cuore del vecchio quartiere birrario vittoriano. Le loro birre coniugano tradizione ed innovazione, sempre tenendo come prioritaria la migliore qualità possibile. Tanto che dopo solo tre anni, sono diventati una delle molte icone nel mondo birrario londinese attuale.

A&H Front

 

Nel quartiere di Peckham, nel Sud di Londra, Tom Gosnells produce il “Mead”. Antica bevanda di origine celtica, prodotta per secoli e conosciuta anche da noi come idromele. Si tratta di un prodotto che partendo da questa antica tradizione, presenta caratteristiche innovative e accattivanti. Una bevanda prodotta da miele ed acqua, fermentati con lievito lager. Aroma fine ed elegante di fiori e miele, combinati con una grande bevibilità ed un’ottima freschezza. Un prodotto adatto sia per una facile e semplice bevuta, che utilizzato in miscelazione. Naturalmente senza glutine. Disponibile sia in bottiglia da 33cl che in fusto (kkeg 30lt). Da Giugno, disponibile anche la versione dry hopped.

Cane Di Guerra Logo

Il Birrificio CaneDiGuerra apre i battenti nel 2015, grazie alla visione e alla passione per la birra di Diego Bocchio, imprenditore già presente nel settore food&beverage e ai suoi tre amici di vecchia data, tra i quali Alessio "Allo" Gatti, birraio con esperienza decennale presso i migliori e più importanti birrifici italiani e stranieri.

L'idea è quella di produrre birre di alta qualità, ma anche estremamente "comprensibili" ai più, in modo da arrivare ad appassionare alla birra artigianale anche consumatori poco esperti o acculturati. L'esperienza imprenditoriale di Diego ha fornito le dimensioni giuste, il giusto packaging, la giusta comunicazione ai loro prodotti. L'esperienza di "Allo" ha dato la miglior garanzia di qualità e tecnica ed una selezione di prodotti sempre perfetti.

Oltre ad un range continuativo sempre disponibile, il birrificio propone periodicamente birre fatte in collaborazione con altri birrifici europei (e non), e una serie di birre speciali "Object", pensate in modo più sperimentale ed estremo.

 

Cane Di Guerra Range 17

 

 

Il Birrificio La Stecciaia nasce nei pressi di Rapolano Terme, nella Toscana più antica e tradizionale, con il suggestivo territorio delle Crete Senesi, zona conosciuta per i suoi paesaggi brulli, mosse da colline dolcemente ondulate, a vocazione prevalentemente agricola, dove la coltivazione di cereali ha radici storiche profonde.

Gli stessi terreni dell'azienda appartenecano ad una delle così dette grance del Santa Maria della Scala di Siena, uno dei primi esempi nella storia di ricovero e ospedale per i pellegrini che percorrevano la via Francigena, un complesso, il cui patrimonio terriero era suddiviso in vaste aziende agrarie denominate appunto "grance", come quella di Serre di Rapolano, di cui il Podere del Pereto faceva parte. Come suggerisce il nome, gli ambienti più importanti all'interno delle grance erano proprio i granai, ambienti di grandi dimensioni che al loro interno ospitavano stai, colatori, reti per setacciare i cereali, funi ziri e casse.

La Stecciaia è un piccolo birrificio agricolo con certificazione biologica e nasce all'interno dell'azienda agricola Podere del Pereto di Riva Isabella, che dal 1995 coltiva cereali secondo il metodo biologico.

La scelta di tracciabilità e filiera corta danno vita a birre dai molteplici aromi e dai sapori unici, in una continua ricerca di equilibrio e di eccellenza di gusto. Elemento distintivo del birrificio è la cura di ogni singolo momento del processo, dalla coltivazione di pregiate ed antiche varietà di cereali (come il Senatore Cappelli, il Farro Dicocco e altri) alla selezione dei luppoli, dalla cotta all'affinamento in cella fredda, tutte le birre nascono dalla volontà di rispettare ed esaltare le materie prime impiegate, in una continua ricerca di armonia ed equilibrio tra i profumi ed i sapori dei vari ingredienti, raccontando così la storia di questa porzione di terra toscana così particolare ed unica.

L'assortimento di birre è prevalentemente di stile belga, anche se non mancano stili più moderni e ricercati. Quasi tutte le birre sono prodotte con un particolare cereale che le caratterizza, nel rispetto degli stili più classici, riprendendo così la facilità di riconoscimento del tipo di birra, e stimolando la curiosità di conoscere quello stile con caratteristiche ed ingredienti "senesi". 

Disponibili in formato 33cl/75cl bottiglia e Polykeg. 

THE LONDON BEER FACTORY

Fondata nel 2014 dai fratelli Ed e Sim Cotton. Sin dal primo giorno, l'impegno e l'obiettivo è stato per loro, quello di produrre "birre di carattere", con aromi unici e intriganti, di alta qualità.

Tenendo presente queste qualità in ogni singola cotta, Ed e Sim, producono birre che, pur tenendo presente la nuova onda di sperimentazione arrivata prepotentemente a Londra in questi ultimi anni, ricordano anche, per facilità di beva ed equilibrio, lo stile classico inglese delle "real ales".

L'assortimento include un range di cinque birre regolari, e un "Pilot Range", birre one shot, più sperimentali ed innovative. 

Disponibili in key-kegs e lattine 360 (apribili completamente per diventare un "bicchiere". 

La storia di questo birrificio inizia quando Rober, il fondatore dell'azienda, decide di fare un giro col suo campervan VolksWagen "Brian". La sua missione era chiara: scoprire le birre nella terra del Whisky. La spedizione porta lui (e "Brian") in ogni singola birreria della sua nativa Scozia, da quella dell'isola più settentrionale nelle Shetland, fino alle Ebridi, e perfino alla sua città nativa Dandee. Il risultato è stato un libro dal titolo "The Tea Leaf Paradox" ed il forte desiderio di creare Orbit Beers.

Apre quindi il birrificio in un "doppio arco" della ferrovia in Walworth, a Sud di Londra, nel 2014, producendo lì la prima cotta di birra il 1mo di Luglio. Da allora tutte le birre seguenti sono state prodotte lì anche se ultimamente gli archi del birrificio sono diventati tre.

Per Robert, il ricordo del viaggio e la passione per i dischi in vinile, si sono unite in questo progetto di produzione di birra di qualità. Il nome del birrificio, viene dal modo in cui da bambino, con difficoltà, pronunciava il nome Robert - "Orbit" - e con il quale i suoi amici usavano chiamarlo.

La produzione delle birre Orbit, è affidata a Mario Canestrelli, originario di Pescia (Pistoia), è un birraio appassionato e preciso. Inusualmente, gli stili delle birre sono ripresi per lo più dalla tradizione tedesca: nella core range spicca la Kolsh (Nico) e la Alt (Neu), che raccontano di antiche tradizioni birraie prese nel cuore della Germania. Le loro birre spiccano per pulizia, facilità di beva e grande equilibrio. 

Disponibili in bottiglie da 33cl e keykegs.